Due milioni di videocamere per Nissan

I modelli più venduti ne prevedono fino a cinque per auto

telecamere nissanDue milioni di videocamere installate su tutta la gamma Nissan. Uno scherzo? Non si direbbe. Per i sistemi si sicurezza infatti, i modelli più venduti prevedono fino a 5 videocamere per auto. Nell’ambito del mercato dei crossover, tanto per fare un esempio, questo significa vendere un numero pari a 3.400 videocamere al giorno in Europa, più di due al minuto.

La gamma dei Crossover Nissan, che include Qashqai, Juke e X-Trail, ha totalizzato più di 1,9 milioni di videocamere installate dall’esordio di Qashqai nel 2014 ad oggi. Le versioni più vendute di ogni modello dispongono di quattro videocamere grandangolo – installate sui quattro lati del veicolo – che rappresentano le basi del pioneristico sistema “Around View Monitor”.

L’Around View Monitor può proiettare, sullo schermo del navigatore, sia le immagini delle singole telecamere che un’immagine elaborata di tutto quello che hanno catturato introno al veicolo. In questo caso, sul monitor appare la vettura (e tutto lo spazio che la circonda) come se la si osservasse dall’alto, facilitando estremamente le manovre di parcheggio.

Qashqai e X-Trail sono corredate anche da una videocamera aggiuntiva installata sul parabrezza, utilizzabile per una serie di funzioni high-tech, come il riconoscimento della segnaletica stradale e la regolazione automatica dei fari abbaglianti.
“Tutte queste dotazioni mostrano come Nissan stia rendendo l’innovazione sempre più accessibile al mercato. La tecnologia basata su videocamere è un ulteriore passo verso la guida autonoma”, spiegano alla casamadre.
I sistemi di videocamera montati su Qashqai e X-Trail agevolano l’auto-parcheggio grazie al pacchetto di funzioni del Safety Shield, che include il sistema di copertura degli angoli ciechi (Blind Spot Warning – BSW) e il sistema di allerta per oggetti in movimento (Moving Object Detection – MOD), ognuno dei quali sarà fondamentale per lo sviluppo futuro della guida autonoma.

Una delle funzioni più intelligenti del Safety Shield è rappresentato dalla videocamera posteriore autopulente, in grado di rilevare lo sporco e di pulirsi  autonomamente. Il computer di bordo è in grado di elaborare più di 15 megapixel al secondo; la videocamera, montata appena sopra la targa posteriore, utilizza il proprio sistema che combina acqua e aria compressa per pulire le lenti dai detriti garantendo che lo schermo NissanConnect 7 pollici abbia un quadro pulito, fornendo così massima sicurezza per passeggeri e pedoni.
“A differenza dei sistemi concorrenti che si basano sui  radar per monitorare il movimento intorno all’auto, tutti e tre gli elementi del Nissan Safety Shield lavorano utilizzando i dati rilevati dalla videocamera AVM per la visione posteriore, offrendo ai conducenti eccezionale visibilità e protezione”, spiega Christopher Parker, ingegnere senior del Safety Shield.

“La sicurezza dei nostri passeggeri è la priorità numero uno e l’approccio di Nissan va nella direzione di un’assistenza completa attraverso la tecnologia”.

E mentre le vendite dei Crossover continuano a crescere, Nissan prevede che la richiesta delle proprie videocamere possa raggiungere oltre 10 milioni di unità nei prossimi cinque anni. Gli ingegneri stanno già lavorando alla prossima tecnologia in materia, come già è stato anticipato attraverso il concept crossover Gripz. Due telecamere integrate nei fari per permettere lo streaming live delle performance dell’auto su strada e fuoristrada.

by Digital Manager Automotive Amos Amodei

 

 

play storeApp Store

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi