Hyundai: tecnologia 3D dei videogiochi per la guida autonoma | | GruppoResicar v 3.0

Hyundai: tecnologia 3D dei videogiochi per la guida autonoma

Hyundai Mobis – la divisione di Hyundai dedicata alle soluzioni innovative per la mobilità – ha annunciato che presto si servirà delle tecnologie software ad alta definizione utilizzate per lo sviluppo dei videogiochi al fine di ricostruire in tre dimensioni l’ambiente che circonda i veicoli a guida autonoma.

Secondo Mobis, la riproduzione fedele dell’ambiente permetterà di migliorare le prestazioni dei vari sensori che compongono la dotazione dei veicoli senza conducente, amplificandone la precisione nel riconoscimento degli ostacoli.

In aiuto di Mobis verranno alcune società fortemente specializzate nei settori di intelligenza artificiale, IoT, big data e guida autonoma, tra cui Tata Elxsi, uno dei leader in India, dove tra l’altro Hyundai Mobis possiede un centro di ricerca per lo sviluppo di software dedicati ai sistemi di assistenza alla guida e agli impianti multimediali.

Sfruttando i software di imaging utilizzati per lo sviluppo di videogiochi in 3D, Hyundai Mobis potrà riprodurre ambienti 3D ad alta risoluzione con diversi scenari di guida, “allenando” le telecamere a riconoscere una vasta gamma di ostacoli (veicoli, pedoni, infrastrutture) anche in condizioni critiche (pioggia, neve, scarsa illuminazione ecc.).

Hyundai Mobis sta inoltre lavorando su una tecnologia in grado di classificare automaticamente le immagini registrate dalle telecamere servendosi dell’intelligenza artificiale (e del deep learning). L’obiettivo è sempre quello di migliorare le prestazioni delle telecamere: maggiore è il numero di dati scambiati tra la telecamera e il sistema di intelligenza artificiale, più accurato sarà il riconoscimento della realtà circostante.

Per ottenere un adeguato riconoscimento di una categoria di oggetti ci vogliono circa 1 milione di immagini: oggi, in Mobis, 1.000 persone sono al lavoro per classificare manualmente le immagini registrate dalle telecamere, associandole a 18 categorie tra cui veicoli, pedoni, corsie e segnaletica. Automatizzare il processo di etichettatura sarà dunque di vitale importanza.

By Digital Manager Automotive Amos Amodei




Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La compilazione del form, spontanea e volontaria, comporta l’acquisizione dei dati personali dell’utente. I campi indicati come obbligatori sono necessari per la sola erogazione del servizio previsto: il mancato conferimento dei dati corrispondenti comporta l’impossibilità di usufruire di tale servizio. Inviando i dati personali si dichiara di aver letto ed accettato i termini relativi al trattamento dei dati, contenuti nell’informativa redatta ai sensi dell’art. 13 del GDPR 679/2016.

Letta l’informativa privacy,

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: