Mobilità sostenibile: al via la collaborazione tra la Nissan e l’Università dell’Aquila

Una mobilità sostenibile, autonoma e connessa: questo l’obiettivo che la casa automobilistica Nissan vuole raggiungere grazie all’aiuto anche dell’Università dell’Aquila in seguito alla lezione condotta dal Presidente e Amministratore Delegato di Nissan Italia è rivolta agli studenti di economia, ingegneria ed informatica. La Nissan ha così donato al Direttore del Dipartimento di ingegneria industriale e dell’informazione e di economia un’auto elettrica tra le più vendute del mondo. La Nissan Leaf, questo il modello della macchina, che, dalla sua messa in mercato ha registrato una vendita di oltre 340mila unità, avrà l’obiettivo di promuovere l’attività di ricerca scientifica, quella seminariale di supporto alla didattica e l’attività di consulenza sull’utilizzo quotidiano della mobilità a emissioni zero in un contesto urbano. L’attività di ricerca sarà condotta nel Dipartimento anche dagli studenti del corso di laurea in ingegneria elettrica, attraverso laboratori e tesi di laurea. Come dichiarato dal Professore Francesco Parasiliti Collazzo, i ricercatori svilupperanno modelli di simulazione relativi al sistema veicolo elettrico-stazione di ricarica-rete elettrica per comprendere le potenzialità di utilizzare, quotidianamente, un veicolo elettrico e le tecnologie ad esso connesse. Bruno Mattucci, Presidente e Amministratore Delegato di Nissan Italia, ha espresso il suo pensiero sulla collaborazione con l’Ateneo aquilano: “L’iniziativa intrapresa si inserisce nel contesto di efficienza e sostenibilità e l’apporto dell’Università, degli studenti e dei ricercatori è fondamentale per proseguire nella strada dello sviluppo della mobilità elettrica”.

By Digital Marketing Manager Amos Amodei




Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La compilazione del form, spontanea e volontaria, comporta l’acquisizione dei dati personali dell’utente. I campi indicati come obbligatori sono necessari per la sola erogazione del servizio previsto: il mancato conferimento dei dati corrispondenti comporta l’impossibilità di usufruire di tale servizio. Inviando i dati personali si dichiara di aver letto ed accettato i termini relativi al trattamento dei dati, contenuti nell’informativa redatta ai sensi dell’art. 13 del GDPR 679/2016.

Letta l’informativa privacy,

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: