Nissan Juke restyling ora è anche a GPL

nuova nissan juke gplIl 1.6 da 115 CV con doppia alimentazione benzina-GPL ha lo stesso prezzo delle corrispondenti versioni diesel

Come sulla Micra e la Note, anche sulla Nissan Juke restyling arriva l’impianto GPL totalmente integrato nel sistema di controllo principale e con i suoi dispositivi, come l’indicatore cambio marcia (GSI). L’offerta si avvicina così alla crescente domanda di questo tipo di aliminentazione che va di pari passo con la voglia di personalizzare l’auto che la Juke ha già ampiamente soddisfatto con questo restyling. Inoltre, in linea con le offerte del momento, il 1.6 115 CV con doppia alimentazione benzina-GPL è proposto allo stesso prezzo delle corrispondenti versioni diesel ovvero da 18.850 euro per la Visia. Il GPL si può avere anche sulla Acenta base, con Color Pack Interior, Color Pack Full (Cerchi da 18” con inserti colorati + perso esterne + perso interne) e Nissan Connect. Le versioni GPL della Juke restyling hanno la garanzia ufficiale Nissan di tre anni o 100.000 km ed il loro intervallo di manutenzione previsto è quello della corrispondente versione a benzina (30.000 km/12 mesi) senza alcun tagliando intermedio (i controlli specifici ai componenti dell’impianto GPL sono il serraggio delle tubazioni e la sostituzione dei filtri GPL).

Il serbatoio GPL della Juke restyling ha una capacità di 44 litri ed è collocato nella parte inferiore del bagagliaio, al posto del pneumatico di scorta, perciò c’è in dotazione l’apposito Kit di gonfiaggio gomme. Il passaggio dall’alimentazione a benzina a quella a GPL avviene attraverso il consueto commutatore, posizionato a sinistra del cruscotto, che presenta una serie di LED luminosi che indicano il livello del gas nel serbatoio ed il funzionamento a benzina o a GPL. L’azionamento dell’impianto GPL può avvenire in marcia o da fermo e se il motore viene spento quando è alimentato a benzina all’avviamento successivo si accenderà con la medesima alimentazione, mentre se viene spento con alimentazione a GPL l’accensione successiva avverrà inizialmente a benzina, per passare a GPL quando il motore raggiunge la temperatura d’esercizio e previo colpo di acceleratore. Il passaggio è segnalato da un cicalino sonoro. Il consumo medio dichiarato nel ciclo combinato è pari a 7,6 l/100 km (si parla di un’autonomia a GPL di circa 451 km) e con entrambi i serbatoi pieni (benzina da 46 L e GPL) si parla di circa 1.244 km di percorrenza. Per il rifornimento del GPL, il riduttore necessario a collegare la presa di carica del serbatoio con l’erogatore è fornito di serie. by omniauto.it

Digital Manager Amos Amodei

 

 




Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La compilazione del form, spontanea e volontaria, comporta l’acquisizione dei dati personali dell’utente. I campi indicati come obbligatori sono necessari per la sola erogazione del servizio previsto: il mancato conferimento dei dati corrispondenti comporta l’impossibilità di usufruire di tale servizio. Inviando i dati personali si dichiara di aver letto ed accettato i termini relativi al trattamento dei dati, contenuti nell’informativa redatta ai sensi dell’art. 13 del GDPR 679/2016.

Letta l’informativa privacy,

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: