Nissan Titan Warrior: più cattivo non si può

nissan-titan-warrior_2NATA GUERRIERA – Dimensioni che definire generose è un eufemismo, nomi che riportano alla mente più la potenza che il bon-ton, meccaniche più consone a un mezzo d’assalto che a un veicolo stradale e allestimenti estetici che devono catturare l’occhio: l’aspetto ludico-ricreativo del pick-up segue più o meno questi canoni. Cosa confermata, neanche tanto indirettamente, dalla concept Nissan Titan Warrior esposta al Salone di Detroit.
ALTA E IMPONENTE – Derivata dalla Nissan Titan XD, è più alta rispetto a quest’ultima di 8 cm e ben 16 cm più larga, pur mantenendo lo stesso passo; la maggior altezza è dovuta all’assetto rialzato che – assieme al disegno degli pneumatici, alloggiati su cerchi di 18×9,5” – promette di affrontare passaggi in fuoristrada particolarmente impegnativi a dispetto della mole. Anche perché la coppia del 5.0 V8 turbodiesel prodotto dalla Cummins che equipaggia la Titan Warrior (lo stesso delle altre Titan normalmente vendute) è pari a 752 Nm: se i cavalli sono relativamente pochi (310), ce n’è abbastanza per trarsi d’impaccio in ogni circostanza e trainare, nella migliore delle ipotesi, un carico di ben 6 tonnellate. Il cambio è un automatico sequenziale a 6 marce, la trazione integrale.
VISTOSISSIMA – Indubbiamente è la veste estetica della Nissan Titan Warrior a richiamare l’attenzione: la livrea è grigia, con elementi nero lucido e arancio a fare da contrasto; i fari a led sono specifici, coadiuvati da due fari di profondità posti sul tetto, così come le protezioni sottoscocca e l’impianto di scarico con quattro terminali, decisamente aggressivo. Per gli amanti della meccanica, la vista frontale lascia volutamente scoperti i cinematismi delle sospensioni. Gli interni prevedono sedili sagomati con poggiatesta integrato: le sponde sono in pelle, la zona centrale in tessuto; l’alternanza tra nero e arancio riprende la livrea di questa Nissan dal passaporto giapponese ma dal cuore che più americano non si può. Tanto da apparire un guanto di sfida al rinnovato Ford Raptor, uno dei pick-up più amati negli Stati Uniti.
by Digital Manager Automotive Amos Amodei

play storeApp Store

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LinkedIn Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi