Volvo 440, aveva l’Abs già trent’anni fa

La berlina svedese, derivata dalla 480 Sport, segnò il trionfo della trazione anteriore per i futuri modelli del marchio. E la sicurezza era già all’avanguardia

La Volvo 440 festeggia 30 anni. Presentata al pubblico per la prima volta nel giugno del 1988, era una cinque porte per uso familiare che condivideva la tecnologia con la 480 sport coupé e con la quale Volvo ha dimostrato seriamente che il futuro dell’auto era rappresentato dalla trazione anteriore.

La Casa aveva iniziato a lavorare a quella che sarebbe poi diventata la Volvo 440 già nel 1978. Si trattava di un nuovo progetto che avrebbe aperto alla Casa automobilistica la strada verso le Volvo del futuro e poiché si ispirata all’idea del pensare liberamente e fuori dagli schemi e del puntare in alto, alle stelle, venne ribattezzato Progetto Galaxy.

Nel settembre del 1980 era già pronto il primo prototipo con trazione anteriore. Sebbene la sua funzione primaria fosse quella di consentire il collaudo delle varie funzioni, la linea della vettura somigliava già a quella che sarebbe poi diventata la Volvo 440. La G4, questo era il nome del prototipo, aveva tutte le caratteristiche ricercate da Volvo. Aveva una trazione anteriore ed era divertente da guidare. La spaziosità dell’abitacolo era soddisfacente, sebbene le dimensioni esterne rimanessero contenute.

Successivamente, il Progetto Galaxy sfociò nel lancio di due serie di modelli. La grande 850, presentata in anteprima nell’estate del 1991, fu la vettura di maggiore impatto, ma di fatto la linea 400 vide la luce molti anni prima. Quella parte del progetto venne rilevata dalle consociate di Volvo nei Paesi Bassi nel 1992 e fu lì che venne portata avanti l’opera di sviluppo. Il primo dei nuovi modelli Volvo con trazione anteriore fu la 480 sport coupé, presentata ufficialmente al Salone dell’Automobile di Ginevra del 1986. Questo peculiare prodotto di nicchia preparò il terreno per la 440, che venne sua volta presentata due anni dopo e finì per entrare in seria competizione con i modelli del segmento medio.

La Volvo 440 era una moderna due volumi con un pratico divano posteriore diviso in due. La sezione centrale della plancia era orientata verso il guidatore, facilitando a quest’ultimo l’accesso ai comandi. Alcuni dettagli collegavano questo modello alla serie 700, con le sue fiancate lisce e i finestrini laterali bassi e quali verticali. Tutti i motori in dotazione erano quattro cilindri con singolo albero a camme in testa in varianti fra 1.6 e 2 litri, compresa un’unità turbo da 1.7 litri.

La sicurezza era un aspetto preminente e già nel 1989 erano disponibili come optional i freni anti-bloccaggio e l’ABS. Dal 1991 in poi furono disponibili su richiesta i pretensionatori delle cinture di sicurezza e gli airbag, mentre il sistema SIPS di protezione contro gli impatti laterali di Volvo venne introdotto su questo modello nel 1994. Questa vettura era prodotta a Born, nei Paesi Bassi, dove venivano realizzati anche i modelli 340/360, suoi predecessori, e la 480. Il modello successivo della serie 400 – la 460, una versione berlina della 440, più lunga di 10 centimetri – venne presentato nel 1989. La produzione della Volvo 440 è stata interrotta nel novembre del 1996: i modelli che le sono succeduti erano in produzione parallela già da un anno a quel tempo.

By Digital Manager Automotive Amos Amodei

play storeApp Store

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La compilazione del form, spontanea e volontaria, comporta l’acquisizione dei dati personali dell’utente. I campi indicati come obbligatori sono necessari per la sola erogazione del servizio previsto: il mancato conferimento dei dati corrispondenti comporta l’impossibilità di usufruire di tale servizio. Inviando i dati personali si dichiara di aver letto ed accettato i termini relativi al trattamento dei dati, contenuti nell’informativa redatta ai sensi dell’art. 13 del GDPR 679/2016.

Letta l’informativa privacy,

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: