Volvo: il casco del ciclista comunica con l’auto

Il sistema sarà presentato al Ces di Las Vegas e serve per prevenire una collisione molto pericolosa per il ciclista.
Volvo: il casco del ciclista comunica con l'auto
OBIETTIVO: SALVARE I CICLISTI – Evitare (o almeno ridurre drasticamente) gli incidenti tra auto e ciclisti. Questo è l’obiettivo che si è data la Volvo avviando la collaborazione con la POC (azienda svedese specializzata in caschi e sistemi di protezione per sportivi) e la Ericsson (telecomunicazioni) che porterà a presentare al prossimo Consumer Electronic Show di Las Vegas, in programma dal 6 al 9 gennaio, il primo dispositivo pensato per mettere in comunicazione chi è al volante di un’auto e, appunto, i ciclisti.
VIA CLOUD – In pratica si tratta di un sistema che permette a entrambe le parti di essere informate in tempo reale della posizione dell’altro, con intervento automatico di eventuali allerte. Il casco del ciclista e l’auto si scambiano informazioni circa la rispettiva posizione e in caso che il sistema rilevi la possibilità di collisione viene attivato un segnale di allarme per entrambe le parti. In un display a bordo dell’automobile e sotto forma di segnale luminoso nel casco del ciclista. Le comunicazioni avvengono attraverso il mega server cloud.
RISPOSTA A UNA REALTÀ DRAMMATICA – A spingere la Volvo a intraprendere lo studio e la sperimentazione del casco-salvaciclisti sono state le statistiche degli incidenti: in Europa la metà degli incidenti stradali in cui perde la vita un ciclista avviene con il coinvolgimento di un’automobile; negli Usa nel corso del 2012 49 mila ciclisti sono rimasti feriti in incidenti stradali mentre 726 hanno perso la vita in analoghe situazioni. Da questo bollettino di guerra è nata l’idea in Volvo di cercare qualche soluzione che consente di porre fine al problema.

by Digital Manager Amos Amodei

play storeApp Store

1 comment on “Volvo: il casco del ciclista comunica con l’auto”

  1. ROBERTO Rispondi

    Geniale intuizione che Volvo realizza e sperimenta su strada. Ci sono alcuni alert circa il raggiungimento del pieno successo del progetto, quali l’obbligatorietà del casco che andrebbe attivata e fatta rispettare, l’obbligo da parte delle case auto ( Tutte) di fornire di serie il dispositivo di tracciatura e fare in modo che la capillarità di auto e biciclette venga coinvolta nella sua totalità. Limitare la cosa alle singole unità Volvo, significa al momento, non ottenere risultati significativi sulle statistiche di cui sopra. Grazie. r.

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi