Volvo XC40: tutti i segreti del nuovo Suv svedese

Lo sport utility compatto sdogana la carrozzeria bicolore e offre soluzioni intelligenti per lo spazio. Quello che non cambia è l’attenzione per la sicurezza

Volvo schiera la parata di Suv più importante della propria storia con XC40, fratellino minore di XC60 e XC90 dei quali conserva il frontale di austera

eleganza scandinava e il patrimonio di sicurezza che è un po’ il vessillo di casa. Tutta nuova invece la nuova architettura modulare CMA, la piattaforma su cui verrà costruita l’intera famiglia 40.

CAMBIO DI ROTTA
Il family feeling della vista anteriore trova conforto nei fari posteriori tipicamente Volvo, ma per il resto il cambio di rotta è violento: pensata per un pubblico più giovane (e magari declinato al femminile) XC40 in 4 metri e 42 sdogana il bi-colore e sfodera un look più sbarazzino, fatto di tagli intriganti nella vista laterale e con il terzo finestrino che sale repentinamente verso il tetto. Diciamolo: la compassata Volvo non aveva mai osato tanto. Il rischio è quello di perdere (soprattutto vista di tre quarti) la personalità svedese per evocare qua e là Evoque, 3008 e Cherokee, però il tutto funziona: XC40 non passa inosservata.

CHE COMFORT

Ma il bello viene all’interno: strumentazione digitale come nelle grandi Volvo, sistemi di sicurezza all’avanguardia (la frenata di emergenza comprende anche la sterzata per evitare l’ostacolo se le condizioni lo consentono), tanta comodità sia davanti che dietro (a patto che si stia in due, ma questo vale un po’ per tutti) e soprattutto nell’ampio bagagliaio che offre soluzioni intelligenti fatte di ganci e pareti che si sollevano. A proposito: le trovate «smart» sono da fare invidia anche ai colpi di genio Skoda… Segnaliamo il gancetto che esce dal vano portadocumenti, il cestino estraibile nel tunnel centrale e le portiere allargate dall’eliminazione dei woofer per diventare pratici ripostigli ambulanti.

D4 O T5?
Al lancio due opzioni di 2.0 litri sotto il cofano: il diesel D4 o il benzina T5, entrambi turbo. Li abbiamo provati: si equivalgono per prestazioni e brillantezza, si fa preferire ovviamente il primo per i consumi e il secondo per il sound, anche se l’insonorizzazione (e l’assorbimento delle asperità) si apprezzanno in ogni caso. A fine anno le varianti a tre cilindri (D3 e T3) abbasseranno la soglia di ingresso del listino a 31.200 euro mentre al momento si viaggia intorno ai 40mila, a seconda delle versioni, con la trazione integrale diesel Geartronic Inscription che valica il muro dei 46mila euro. Su strada si apprezzano soprattutto il comfort di guida e la progressione dello sterzo più che la sportività. Finiture di buon livello, plastiche meno (morbide sulla plancia ma un po’ cheap su portiere e parti inferiori).

La XC40? Non si compra più

Oggi ci si abbona con Care by Volvo

La vera rivoluzione che porta con sé XC40 si chiama Care by Volvo ed è una nuova formula di acquisti, pardon, di noleggio. Più precisamente ci si “abbona” alla XC40 per 2 anni: la rata mensile di 699 euro comprende davvero tutto, dall’assicurazione alla manutenzione fino alle gomme invernali oltre all’utilizzo di un’altra Volvo per 14 giorni nell’arco dei 24 mesi (magari per andare in vacanza trovando una V90 quando si atterra all’aeroporto…). L’offerta che si rivolge ai privati e va oltre il concetto di leasing si amplierà su tutta la gamma Volvo e non prevede alcun acconto iniziale. Al termine si può riscattare l’auto oppure restituirla o ricominciare con un’altra. E a quel punto sarà anche interessante abbonarsi a una XC40 con due anni di vita e tutti i tagliandi originali…

By Digital Manager Amos Amodei

play storeApp Store

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi