fbpx

Nissan IMx: la crossover elettrica che guida da sola

Filante e slanciata, a dispetto delle fiancate massicce, porta al debutto le tecnologie che vedremo sulle prossime Nissan.

INTELLIGENTE E “PULITA” – Il futuro delle automobili secondo la Nissan verrà scritto da modelli a basso impatto ambientale, in grado di interagire con l’ambiente circostante e raggiungere una destinazione grazie ai sistemi di guida automatica. Non a caso il prototipo mostrato in anteprima al Salone dell’automobile di Tokyo rispetta queste linee guida, che la Nissan intende sviluppare nell’ambito del programma Nissan Intelligent Mobility, un ambizioso schema a cui l’azienda si attiene in vista dei grossi cambiamenti attesi sulle vetture dei prossimi anni. La nuova proposta si chiama Nissan IMx Concept (nelle foto) e adotta una coppa di motori elettrici, che insieme danno origine alle quattro ruote motrici e sviluppano una potenza di 435 CV. L’autonomia dichiarata è nell’ordine dei 600 chilometri.

ENERGIA IN TRANSITO – L’impianto elettrico della Nissan IMx Concept consente di “allacciare” la batteria dell’auto alla rete pubblica o a quella di casa: l’auto ad esempio può immettere corrente quando ne ha in eccesso e assicurare così un guadagno al suo proprietario, che potrà ricaricare la batteria non appena le tariffe saranno più vantaggiose. La IMx Concept è dotata inoltre di un sistema per la guida automatica, che una volta attivo fa scomparire il volante nel cruscotto e allungare i sedili: in tal modo l’abitacolo diventa più arioso e comodo. L’interno dell’auto appare minimale e molto curato, grazie alla presenza di rivestimenti in legno sul cruscotto e le portiere. Non mancano però alcuni dettagli tecnologico: lo schermo del sistema multimediale è del tipo oled, la stessa tecnologia di alcune costose tv, mentre uno schermo per le informazioni secondarie è “nascosto” dai rivestimenti in legno.

PIÙ PEPE PER L’ELETTRICA – La Nissan IMx Concept ha le sembianze di una filante crossover, grazie al tetto rastremato e ai sottili vetri laterali. Le fiancate sono massicce e levigate, prive delle maniglie (le portiere si aprono ad armadio), ma gli stilisti hanno mantenuto la vista d’insieme piuttosto snella abbassando la linea dei vetri e creando due vistosi scalini in prossimità dei montanti anteriori e posteriori. Quello al centro non è presente, migliorando così l’accesso a bordo. Alcuni dettagli di stile dell’auto richiamano la berlina elettrica Leaf, a partire dalla mascherina a forma di V fino alle luci molto sagomate. Proprio la Nissan Leaf è presente al Salone di Tokyo nella versione sportiveggiante Nismo, una proposta di stile che dovrebbe anticipare la variante sportiva preparata dalla Nismo, il reparto che si occupa di preparare e allestire le Nissan più “estreme”. La Leaf Nismo ha un’erogazione del motore più “appuntita” e dettagli esterni in stile sportivo.

LA NISSAN IN FORMULA E – L’altra grande novità che la Nissan annuncia al Salone di Tokyo è la partecipazione dal 2019 al campionato per monoposto elettriche Formula E, al posto della Renault, che secondo quanto spiegato abbandonerà la disciplina per concentrarsi sulla Formula 1. Le Nissan e Renault fanno parte dello stesso gruppo industriale. Il costruttore giapponese sarà al via della quinta edizione del campionato, la prima in cui si troverà coinvolta una città italiana (Roma), a riprova dell’interesse crescente che le amministrazioni e le case automobilistiche stanno dedicato alla categoria: in aggiunta alle Audi, DS, Jaguar, Mahindra e Renault, hanno già confermato di voler correre in forma ufficiale anche le BMW, Mercedes e Porsche.

By Digital Manager Automotive Amos Amodei




Spread the word. Share this post!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

KM ZERO con Consegna Gratuita in tutta Italia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: