Hyundai IONIQ, ibrida o elettrica: in Italia già nel 2016

hyundai-ioniq-ibrida-plug-in-e-anche-elettrica_foto_320_240Hyundai ha diffuso un primo teaser della nuova Ioniq, vettura che sarà presentata in anteprima in Corea a gennaio, prima dell’esposizione ai Saloni di Ginevra e New York a marzo. “Vogliamo diventare i leader mondiali delle auto green”, l’ambiziosa dichiarazione del capo ricerca e sviluppo, Woong-Chul Yang, a conferma di come Hyundai intenda sbaragliare la concorrenza nel settore delle alimentazioni alternative. E la Ioniq presenta tutte le migliori caratteristiche “verdi” considerando che sarà declinata in una variante ibrida tradizionale, in una plug-in e in una full electric. Sarà sviluppata su una piattaforma completamente nuova.

Si scopre un po’ di più, Hyundai IONIQ, interessante progetto dai tre volti, tutti green. Il marchio coreano ne annuncia il lancio sul mercato italiano già nel 2016 e svela quali saranno le linee caratterizzanti lo stile della carrozzeria e degli interni. Due teaser arrivano in soccorso della berlina elettrica o ibrida (in due salse) a seconda dei gusti, operazione possibile grazie a un pianale dedicato, che ottimizza lo spazio per le componenti meccaniche e per gli occupanti a bordo. Resta ancora misterioso il frontale, tuttavia possiamo attenderci un volume caratterizzato dalla calandra esagonale, simile a un diamante, sulla quale si poggiano gruppi ottici sagomati per proporre forme dinamiche.

La firma luminosa dei led è inconfondibile, accompagnata da altre luci supplementari all’estremità del paraurti. La fiancata risulta sufficientemente mossa con la nervatura appena sopra le maniglie delle portiere e un’originale profilo cromato sulla linea di cintura, che termina sul montante C. Da notare i cerchi in lega carenati, specifici per migliorare l’aerodinamica e prevedibilmente abbinati a gomme della sezione ridotta. Coda alta, sfuggente quanto basta per non appesantire la silhouette.

A bordo scopriamo un abitacolo semplice e pulito. Il display dell’infotainment è incorniciato tra le bocchette del clima, poco più in basso largo ai comandi secondari, sempre con un andamento orizzontale del disegno, mentre il tunnel centrale si inserisce appena sotto. L’effetto che avranno questi rendering dal vivo lo scopriremo al salone di Ginevra il prossimo marzo, dove si farà apprezzare anche la strumentazione interamente digitale.

Per un progetto di berlina compatta totalmente rivolta al rispetto dell’ambiente, assume una sua logica l’adozione di materiali ecocompatibili per l’abitacolo, altra chicca tecnologica che si somma alle tre varianti propulsive annunciate su Hyundai IONIQ.

Una piattaforma dedicata, orientata interamente al sistemi di propulsione “green”. Hyundai IONIQ debutterà in anteprima tra poche settimane in Corea, poi le toccherà svelarsi sui palcoscenici importanti di Ginevra e New York, anticipando un modello che guarda al segmento delle berline compatte, seppur con qualche variazione sul tema. All’interno del gruppo Hyundai-Kia c’è un’altra novità pronta per il futuro prossimo, Kia Niro, ma diversamente da IONIQ verrà proposta solo con un powertrain ibrido a benzina e, soprattutto, trattasi di crossover. L’alternativa Hyundai, invece, sfoggerà tre diverse opzioni: puramente elettrica, ibrida classica e ibrida plug-in, ricaricabile dalla presa di casa.

I dettagli tecnici allo stato attuale sono scarni, si sa solo di un pacco batterie agli ioni di litio, senza approfondire i dettagli sulla capacità assicurata. Il marchio sottolinea come Hyundai IONIQ sarà la prima auto al mondo a offrirsi con tre diverse soluzioni tecniche, tutte improntate alle motorizzazioni alternative. Il propulsore benzina sarà punto comune tra ibrida plug-in e classica, mentre l’adozione di un pianale specifico, studiato per soddisfare le diverse richieste di un’auto elettrica e un’ibrida, ottimizza gli spazi per la meccanica.

Poco si può dire anche dello stile, al momento. Un teaser rivela la silhouette di quella che appare a prima vista una berlina dallo stile fastback, due volumi e mezzo, con un interessante disegno dei gruppi ottici anteriori e una cellula abitacolo particolarmente estesa verso la coda. Le prime considerazioni che si possono avanzare su Hyundai IONIQ la collocano in diretta contrapposizione con Toyota Prius, con il “plus” della motorizzazione elettrica extra.

by Digital Automotive Manager Amos Amodei

play storeApp Store

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi