Nuovo Hyundai Tucson: ora anche ibrido | | GruppoResicar v 3.0

Nuovo Hyundai Tucson: ora anche ibrido

La versione 2019 del C-SUV coreano si migliora fuori e dentro, ma è sotto il cofano la novità maggiore, con gli Euro6d e un diesel elettrificato a 48V

Dopo tre anni e un grande successo commerciale, europeo come europeo è in buona parte il suo DNA, soprattutto stilistico, si rinnova il Tucson di Hyundai. Tra le soluzioni inedite per la gamma 2019 il motore diesel 2.0 mild hybrid a 48V, ma sono migliorate anche connettività e sicurezza. Disponibile nel corso dell’estate, con motori 1.6 benzina o diesel di potenze da 132CV a 185CV e trazione volendo anche integrale.

Dal vivo: com’è fuori

Non un nuovo modello ma comunque si aggiorna e migliora nei dettagli, il Tucson 2019 che misura sempre 4,48 metri. Rivisitazioni gradite, come per la nuova griglia anteriore a quattro elementi e i rinnovati paraurti, ridisegnati insieme ai gruppi ottici. Le ruote sono da 16’’ a 19’’ di forma anch’essa rivista. Sui fianchi, se arriverà in Italia, l’ibrido porterà la scritta 48V.

Dal vivo: com’è dentro

Internamente l’upgrade non è solo dei sistemi elettronici, cambiano anche le forme con una plancia rivista, su due livelli. Infotainment 5 o 7 pollici, 8 se con Navigazione. Presenti più

prese USB e 12V con anche la gradita ricarica wireless, davanti. Come prima invece spazio ed ergonomia, mantenute nelle loro buone doti, visto un passo vicino ai 2.7 metri, ma senza spazio a fantasie che qualcuno potrebbe invece gradire, nella strumentazione quanto meno. Da 513 a 1503 litri di carico nel bagagliaio, con sezionamento schienali 60:40.

Come si guida

È forse il nuovo 1.6 CRDi quello di maggior potenziale per il nuovo Tucson in Italia, ma noi abbiamo provato l’inedito 2.0 da 185CV elettrificato a 48V, che potrebbe arrivare più avanti. Su questo motore si abbinano volendo la trazione integrale e il cambio automatico a otto rapporti. Si muove istantaneamente e silenziosamente da fermo, il nuovo Tucson, con una spinta vigorosa per i suoi 400 Nm. Cambiate gradevoli, che avvengono oltre i 4000 giri e settaggi utili anche per l’uso fuori dal manto asfaltato (integrale on-demand, ovvero anche dietro quanto serva, ndr). Buona stabilità e un feeling di guida che per un SUV pensando al passato di Hyundai a inizio secolo, è davvero molto evoluto. La velocità massima, raggiungibile in un buon comfort anche acustico, arriva a 200 Km/h, ma in città è più utile la retrocamera più della cavalleria, per i parcheggi, con visione a 360°. Tra i pregi del nuovo Tucson i sistemi di aiuto alla guida (Livello2) e la climatizzazione selleria, che in estate si apprezza molto.

In sintesi

Non ancora confermati i prezzi, con logica stima di una gamma che potrebbe aprire poco sotto i 25mila euro, per il Tucson 2019 che mantiene quindi il ruolo di protagonista tra i C-SUV, nonostante la concorrenza agguerrita. Apprezzabile per lo stile azzeccato e le nuove dotazioni, dalla sua ha il confortevole spazio offerto, anche se non offre prestazioni eccezionali per chi ami le spinte forti.

By Digital Manager Automotive Amos Amodei

play storeApp Store

Invia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La compilazione del form, spontanea e volontaria, comporta l’acquisizione dei dati personali dell’utente. I campi indicati come obbligatori sono necessari per la sola erogazione del servizio previsto: il mancato conferimento dei dati corrispondenti comporta l’impossibilità di usufruire di tale servizio. Inviando i dati personali si dichiara di aver letto ed accettato i termini relativi al trattamento dei dati, contenuti nell’informativa redatta ai sensi dell’art. 13 del GDPR 679/2016.

Letta l’informativa privacy,

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: